Workshop di Liuteria – Conservatorio di Monopoli

Sono lieta di comunicare l’invito a tenere un workshop di liuteria all’interno degli appuntamenti della prestigiosa MASTERCLASS DI FINE ESTATE organizzata dall’Associazione La Bottega delle Arti nella persona del M° Paolo Messa che mi ha invitato.

Gli appuntamenti e i corsi della Masterclass sono molteplici e vedranno la partecipazione di docenti d’eccezione.
La partecipazione ai seminari e workshop è gratuita per gli interni iscritti ai corsi, mentre per gli esterni eventualmente interessati, ha un costo di 20€. Tutte le info sono sul sito dell’associazione.

Il workshop durerà due ore e affronteremo insieme molte tematiche legate alla liuteria: costruzione, importanza della scelta del legno, corretto set-up e manutenzione, nozioni di restauro con possibilità inoltre di avere al momento una consulenza tecnica sul proprio strumento.

 

 

Laboratorio di liuteria e verniciatura – Castello Sforzesco, Milano

Quest’anno con grandissimo piacere sono stata invitata dall’ANLA nella persona di Gualtiero Nicolini a partecipare alla rassegna “Mani Sapienti” che già dall’anno scorso si è tenuta presso il prestigioso Castello Sforzesco di Milano. Nel giro di alcuni mesi, ogni settimana si alternano nello spazio adibito alla mostra, maestri liutai e affini per illustrare la loro attività ai visitatori. Quest’anno ho avuto dicevo l’onore di essere invitata e ho voluto coinvolgere una personalità sempre più conosciuta tra gli addetti ai lavori – nonchè mio conterraneo – a condividere questa bellissima esperienza. Sarà con me quindi il M° Nunzio Dimunno che da alcuni anni si occupa tra le altre innumerevoli attività, di produzione di pregiate vernici ad olio per liuteria. Per l’occasione dunque ci sarà un’incontro divulgativo specifico sul tema delle vernici, argomento ancora poco trattato ma sempre estremamente affascinante, dunque attendiamo tutti coloro che vogliano approfondire l’argomento, a partecipare.

25 e 26 giugno, dalle ore 10:00 alle ore 17:30.

Info a questo link.

Seminario divulgativo Accedemia Federiciana – Andria

Quest’anno continua ad essere ricco di incontri divulgativi sulla liuteria e sono lieta di prendervi parte, sopratutto quando si tratta di bambini e ragazzi. Questa volta la convocazione è arrivata dalla carissima Daniela Bruno, insegnante di violino presso la magnifica e fiorente struttura presente ad Andria da diversi anni ovvero l’Accademia Federiciana diretta da Agnese Paola Festta che mi ha chiesto di elaborare degli incontri con giovani studenti, da molto piccolo (fascia 8-11 anni), a più grandicelli (fascia 12-16 anni) ed è stata un’esperienza davvero molto molto arricchente.
Trovare dei ragazzi così attenti, entusiasti, curiosi e vogliosi di imparare la musica, non è cosa di tutti i giorni.
Massima stima a chi dedica la propria vita all’insegnamento e alla diffusione del “verbo” musicale e artistico in generale, visto il declino che questo campo sta avendo nel nostro paese. I bambini dovrebbero tutti approcciarsi alla musica, secondo il mio punto di vista. Dunque massima collaborazione da parte mia.

 

Seminario LIUTERIA E TECNOLOGIA

Con grandissimo piacere sono stata contattata dal maestro MARIANO PATERNOSTER, promotore e sostenitore del Il Festival Internazionale delle Arti “RUI AL SUD”, per organizzare un seminario di liuteria sul tema delle nuove tecnologie all’interno delle iniziative del Festival. L’invito è stato da me subito accolto con grandissimo entusiasmo in quanto mi ha dato la possibilità di invitare come relatore, un Guru del settore, l’Ing. GIONATA ROSSI, esperto di elettronica applicata alla musica e alla liuteria, con cui peraltro abbiamo avviato una collaborazione.

E’ nato così il progetto del seminario: LIUTERIA E TECNOLOGIA: NUOVE TECNICHE COSTRUTTIVE NELL’ERA DELL’ELETTRONICA.
Un seminario che riproporremo sicuramente anche in altri contesti.

L’evento si terrà Giovedì 17 dicembre 2015 presso Ateneo di Bari – Sala Degli Specchi, ore 10:30.

SI parlerà di utilizzo di software, macchine a controllo numerico (CNC), e tutto ciò che concerne le moderne tecnologie pur restando nell’ambito della produzione artigianale e d’autore per quanto concerne la liuteria.
GIONATA ROSSI, laureato in Ingegneria Elettronica presso il Politecnico di Milano, con una tesi “Amplificatori Valvolari nella Musica Moderna” e specializzatosi in America presso la Factory di strumenti musicali (Casvin Amps), si occupa da circa 25 anni di liuteria elettro-acustica (cotruzione, riparazione e set-up chitarre classiche, acustiche, elettriche) e di elettronica applicata alla musica, costruzione e riparazione di amplificatori, costruzione di macchine meccaniche/elettro-meccaniche impiegate nella liuteria. Ha all’attivo anche una intensa attività didattico-divulgativa, ha tenuto infatti numerosi seminari e incontri sul tema dell’elettronica applicata alla musica.

Ecco alcune foto dell’evento. A breve un montaggio video.

I Mercoledì di NOI CHE L’ARTE – incontro a tema

Con grande piacere sono stata invitata da Massimo DIodati – presidente dell’Associazione “Noi che l’Arte” , a tenere un incontro a tema sulla liuteria che ho intitolato “Come Nasce un Violino”.
L’incontro si è tenuto ieri 9 dicembre 2015 nel bellissimo studio di scultura di Anna Maria Di Terlizzi ed è stato accompagnato dalle note del Maestro Leo Gadaleta che ha eseguito dei pezzi al violino.

Intervista TELEBARI

Con grandissimo onore accolgo la giornalista ISABELLA CEDRO curatrice della Rubrica “Arte e Cultura” che mi ha realizzato questa splendida intervista.

Di seguito il servizio tratto dal TG BARI edizione serale del 16 ottobre 2015. Tutte le edizioni sono visibili sul sito di Telebari.

Isabella Cedro

CELLO E VIOLINO DECORATI – copie da francesi dell’800

Uno degli ultimi progetti creativi nati nella Bottega del Suono da un’dea e in collaborazione con l’amica e collega Augusta Di Leonardo, è stata la realizzazione di un violino e violoncello decorati, copia filologica di strumenti costruiti da Pierre Charles Jacquot nel 1888, che ricalcavano lo stile di Jean – Baptiste Vuillaume .
Il cello riporta lo stemma della città di Nancy, il violino invece lo stemma del Principe Carman de Chimay.
Qui di seguito brevi cenni sulla storia di questi due strumenti.

TRADIZIONE FRANCESE DEGLI STRUMENTI DECORATI
(tratto dal blog di  “Tarisio”)

Il fascino della liuteria francese per gli strumenti decorati si sviluppa nel 1560 quando da Cremona furono importate  le prime opere di Andrea Amati per il re Carlo IX . La tradizione continuò fino al regno di Enrico IV e i primi violoncelli francesi decorati a noi noti riportano motivi di Luigi XIV, il Re Sole. Vi sono tracce di questa tradizione di decorare gli strumenti nel XVIII secolo, poi recuperata dopo la rivoluzione francese.
Nicolas Lupot contibuì sicuramente a ristabilire l’inizio di una tradizione ottocentesca a partire dagli anni 1810-20. Il clima politico era favorevole alla restaurazione di antiche tecniche in quanto Napoleone era desideroso di stabilire in Francia un collegamento tra lo stato attuale del paese e il periodo d’oro della sua storia illustre, anche come superamento del recente passato rivoluzionario.
Lo stemma reale della ‘ Francia Moderna ‘ nel XVI secolo era diventato l’emblema della monarchia borbonica restaurata nel 1814 e gli stemmi trovati sui violini di Lupot erano un chiaro riferimento al passato. Nel 1830 il giovane Jean – Baptiste Vuillaume , insieme a Honore Derazey stava producendo violini decorati nello stile antico di Gaspard Duiffprougcar, riconosciuto come il padre del violino in Francia; i decori erano generalmente stemmi finemente dipinti nella parte superiore del fondo.
Tra i capolavori di Vuillaume sono da ricordare i quartetti realizzati per il conte Doria, il principe Carman de Chimay e il principe Cheremetoff, tutti decorate per riflettere questo stile cinquecentesco.
Altri strumenti di questo tipo furono costruiti da Vuillaume per nobili famiglie russe, tra cui ricordiamo un violino e octobass fatto per lo zar Nicola I nel 1840 .
Dopo la morte di Vuillaume nel 1875 i vari liutai francesi che avevano lavorato nella sua ombra, si scapigliavano per affermare la propria figura come successore spirituale.
Proprio come Vuillaume aveva costruito la sua reputazione vincendo una medaglia alle esposizioni industriali in Francia e nel mondo, Jacquot si era già affermato vincendo un primo premio a Metz  e una medaglia di bronzo a Parigi. Nel 1862 vinse una medaglia presso la International Exhibition di Londra, dove Vuillaume era stato un giurato e la medaglia d’oro a Lione nel 1872.
Questo violoncello in particolare, realizzato intorno al 1888 si ispira agli standard di Vuillaume e riprende un modello Stradivari adattato. Come Vuillaume, Jacquot sceglie di decorare uno strumento di altissima qualità ed è probabile che sia stato fatto come parte di un quartetto. Un violino di accompagnamento è stato venduto all’asta in Francia alcuni anni fa e un altro violino pare sia conservato in un museo francese.
Lo stemma sul retro non è per una famiglia nobile, ma per la città di Nancy, dove Jacquot aveva trascorso tutta la sua carriera.
L’anno successivo gli fu conferita la medaglia d’argento alla Exposition Universelle di Parigi, in cui i giudici evidenziarono come i suoi strumenti riportassero bellissimi disegni con una vernice che ricalcava in maniera notevolmente somigliante quella degli strumenti antichi a cui si ispirava.

10303178_785565014809499_3583991555900974575_n violino-e-cello disegno-iniziale io-cello

Seminari di liuteria con IGOR MORODER – Puglia e Basilicata

Il M° Liutaio e restauratore IGOR DAVID MORODER incontrerà studenti del Conservatorio, musicisti, liutai e chiunque sia appassionato di liuteria, proponendo un ciclo di seminari incentrati ad approfondire argomenti pratici e teorici inerenti la storia della liuteria, origini degli strumenti ad arco, fisica acustica, analisi storico-stilistica delle varie scuole, importanza di un corretto set up, manutenzione, restauro, conservazione dei beni liutarii.

L’ultimo dei tre incontri, vedrà anche la partecipazione del M° Archettaio ANDREA PROIETTI che approfondirà le tematiche inerenti alla storia dell’archetteria, corretta manutenzione dell’arco, tipi di rotture e relative riparazioni.

Il ciclo di seminari al sud Italia nasce da un’idea della liutaia AUGUSTA DI LEONARDO che è anche curatrice dell’iniziativa, in collaborazione con i Conservatori di Puglia e Basilicata in particolare delle città di Bari, Monopoli e Matera.

Grafica e comunicazione: Ornella Ceci

——————————————————-

Guarda l’Evento su Facebook!

——————————————————-

Scarica il PROGRAMMA del SEMINARIO!

——————————————————-

 

 

 

ARTO’ – Fiera dell’artigianato, Lingotto Fiere (TO)

ARTÒ
Dall’8 al 10 novembre il 6° Salone dell’artigianato d’arte e del design quotidiano

Tre giorni di mostra-mercato all’insegna dell’eccellenza artigiana italiana. Laboratori, mostre, sfilate e, novità 2013, incontri per le aziende interessate allo sviluppo sui mercati esteriDall’8 al 10 novembre torna al Lingotto Fiere di Torino ArTò, Salone dell’artigianato d’arte e del design quotidiano, organizzato da GL events Italia-Lingotto Fiere. La rassegna, giunta alla sesta edizione, è una vera e propria mostra-mercato dedicata interamente all’artigianato artistico, che per 3 giorni trasforma il Padiglione 5 in una vetrina d’eccellenza per le migliori realtà italiane del settore.

Quest’anno tra gli espositori vi è la Confartigianato (CNA) Puglia che ha riunito le eccellenze della regione in campo artigianale (ceramiche, lavorazione del vetro, liuteria artistica) ed enogastronomico. Per la liuteria presenti Liuteria Ceci e Antonio Dattis di Sava. Un grazie speciale al presidente della CNA Pasquale Ribezzo e alla bravissima e in gambissima Giuliana La Spada!

Inaugurazione BOTTEGA DEL SUONO

Inaugurazione ufficiale del mio laboratorio di liuteria a Bari domenica 22 settembre ore 19:00 – 21:00! Prosecco party!